Stara Planina

Abbastanza una vasta area di Stara Planina (montagne dei Balcani) Puoi guardare, viaggiando da Veliko Tarnovo a Plewen via Gabrovo, Etyr, Szipka, Kazanlak, Karłowo, Trojan e Lovech – o vice versa.
Lungo la strada, passi antichi monasteri, cimeli di guerra, pittoreschi villaggi e vette ricoperte di foreste degli stessi Balcani.
L'intero percorso non può essere percorso in un giorno, devi stare da qualche parte per una o due notti. Ci sono diversi campeggi tra Veliko Tarnovo e Karlovy Vary, offrono tutti bungalow. Tra Karłów e Pleven puoi trovare ostelli della gioventù e hotel economici.
La situazione con i pernottamenti a Kazanlak non è delle migliori.
Un viaggio del genere è una specie di esperienza, al limite dell'avventura: dovrebbe essere deciso solo dagli zeloti, turisti persistenti, in grado di far fronte a periodiche avversità o ritardi.

GABROWO

Si trova nella valle Jantra circondata da colline boscose. La prima scuola laica in Bulgaria è stata fondata a Gabrovo, fondato nel 1835 r. da un attivista educativo, il ricco mercante Vasyl Aprilov.
La prima esibizione è stata vista da Ga-Brovians in 1856 r. Sono stati preparati da emigranti polacchi e ungheresi, che si stabilirono qui dopo la Primavera delle Nazioni.
In realtà non si sa, Le "centuse" di Cracovia sono?”, Scozzesi o Gabriels. Ma solo gli abitanti di Gabriel possono guadagnare molti soldi su questa opinione e riderci sopra. Qui si tengono il Festival Internazionale della Risata e della Satira e la Biennale Internazionale della Caricatura. C'è anche un Museo della Risata a Gabrovo.
Nella piazza c'è una torre dell'orologio costruita nel 1777 r., ci sono i capelli, Turco bene con 1762 r. e la chiesa di S.. Theotokos con iconostasi scolpita e dorata.

SEWLIEWO

La città fu fondata dai Turchi nel XV secolo. Era un famoso centro commerciale nell'Impero Ottomano. La torre dell'orologio rimane del loro tempo (1777 r.). Il ponte in pietra su Rosica è stato realizzato dal geniale autodidatta Circolo Ficzeto di Drianowo.
Al posto di, dove i turchi in 1876 r. hanno impiccato gli insorti, c'è una colonna con una statua di Nike in cima, opera dello scultore italiano Arnold Zocchi.

ETYR

Questo posto è una delle attrazioni più famose della Bulgaria. Nel villaggio etnografico di Etyr, puoi conoscere la vita degli artigiani bulgari (fornai, carradore, muratori, pellicce, vetrai, nemici, gioiellieri, sellai, mugnai, vasai, fabbri e tessitori), da secoli praticando il loro mestiere in tipiche case del XVIII secolo- e il diciannovesimo secolo Gabrovo, ricostruito qui negli anni 60.
Alcuni dei laboratori sul lato destro del torrente che attraversa il villaggio in legno sono alimentati da energia idroelettrica. Alla fine dell'insediamento c'è una piccola locanda con una bella birra locale?.
Il museo è aperto dal martedì alla domenica, in ore. 8.00-17.00 (chiuso in inverno). Costi di ingresso 4500 leoni.
Per arrivare qui, prendere l'autobus ogni ora da Veliko Tarnovo a Gabrovo (49 km), dove devi passare alla connessione a Etir (9 km).
Campeggio Tel. 42 281 – aperto da metà maggio a settembre) si trova al livello del bivio sulla strada principale Gabrovo-Kazanlyk, 2 km a ovest di Etyru. Puoi ottenere camere doppie qui (8 $) e un posto per montare una tenda, ma nessun ristorante?. Da qui, l'autobus per Gabrovo ti riporta a Łubów, e da lì in autobus – uno di 12 quotidiano – vai a Kazanlak.
Gli autobus sono spesso affollati e sarebbe più comodo andare fino a Gabrovo, salendo sul bus per Kazanlak al punto di partenza del corso. Mentre a Garbów, prima di partire per Etir, le connessioni successive con Kazanłyk dovrebbero essere controllate.