Primo Stato bulgaro

Primo Stato bulgaro.

Chan Asparuch, dopo aver sconfitto lungo il percorso l'esercito dell'imperatore bizantino Costantino IV, attraversò la 679 r. Il Danubio e catturato il paese tra Stara Planina e questo fiume. Spinse gli slavi di Siewierc che vivevano lì nelle aride zone montuose del sud-est, e la tribù dei Sette Clan a sud e ad ovest, poi stabilì un campo fortificato forti, che divenne la capitale del Primo Stato bulgaro nelle terre slave. Si chiamava Pliska. W 1981 r. celebrato solennemente 1300. anniversario di questo evento.
Dopo due secoli di proto-bulgari, popoli unni turchi, rinunciarono alla lingua e ai costumi dei loro antenati, in fase di completa schiavizzazione.
Il nuovo stato di Asparuch e il suo successore, Tervel, mossero guerra a Bisanzio con destini mutevoli, approfittando della rivalità degli imperatori per il trono bizantino.
Ed era Khan Tervel, per aver aiutato Giustiniano II, ricevette il titolo di Cesare, acquisito, finora nella storia, solo i governanti di Roma. Questo nome di Khan Tervel appare nell'iscrizione accanto al famoso Cavaliere di Madara.
Le lotte belliche dei Bizantini con lo stato dei khan non si fermarono durante il regno del Khan Krum (di 803-814), la cui corte era già in gran parte slava. Krum demolì la fortezza bizantina di Serdika (Sofia), per facilitare la marcia verso Sklavinia. In risposta, l'imperatore bizantino Niceforo I demolì il palazzo Krum a Pliska, e Serdika è stato rapidamente ricostruito. E ha promesso a Krum, che avrebbe bevuto il vino dal suo cranio!

Solo la morte di Khan Krum in 814 r. durante la spedizione a Costantinopoli salvò Bisanzio. W 818 r. figlio Kruma, chan Omurtag, fece guerra ai Franchi di Ludovico il Pio e conquistò gli Obodriti e altre tribù slave nell'ovest.

W 847 r. Khan Presjan alla fine prese la Macedonia dai Bizantini. Suo figlio Boris (padella. 852-889), per la gioia del pariarca di Costantinopoli Fozio, in competizione per un governo di anime con il Romano Pontefice, è stato battezzato 25 Maggio 866 r. dal clero greco, prendendo il nome di Michael, in onore del suo padrino Michele III, Imperatore di Bisanzio. Presumibilmente un monaco bizantino, dipingere un quadro dell'inferno sulle pareti del palazzo palace, così terrorizzato Boris, allora chana, che decise di accettare il cristianesimo…

Papa Niccolò II inviò immediatamente i suoi legati e il clero a Boris. Tuttavia, il rito latino in Bulgaria non è stato introdotto. Il clero greco ha trionfato sulla liturgia greca, ma grazie all'attività missionaria dei discepoli di Costantino (Cirillo) e Metodio, Gli scritti slavi si svilupparono alla corte di Boris e di suo figlio lo zar Simeone, entrambi laici, e quelli della chiesa. È stato utilizzato l'alfabeto cirillico, diverso da quello glagolitico, che Cyril ha effettivamente creato.

Scuole a Pliska, Ohrid e Veliko Preslav furono i primi centri di scrittura in Europa, dove i testi letterari erano scritti in lingue diverse dall'ebraico, latino o greco. A quel tempo, le prime scuole slave furono fondate da Kliment Orchydzki, discepolo di san Metodio.

W 889 r. Boris ha consegnato il potere a suo figlio Vladimir, ed egli stesso entrò in un monastero. Quando il nuovo sovrano di Pliska iniziò a perseguitare i cristiani e ad adorare gli antichi dei, Boris è arrivato, ordinò che Vladimir fosse accecato, presentò al trono il suo secondo figlio, Simeona, trasferendo la capitale a Presław, ed egli stesso tornò al monastero. Simeone intraprese guerre vittoriose con il bizantino Leone V il Saggio, ma ha perso due battaglie con le tribù ugro-finniche, Ungheria, e si rifugiò nella fortezza di Drystra. Di nuovo, Boris ha lasciato la sua cella, radunò l'esercito e, dopo aver condotto gli Ungari fino in Bessarabia, tornò al suo monastero, dove è morto 907 r. Ben presto la Chiesa bulgara lo riconobbe come santo. W 869 r. Il principe Simeone, con l'aiuto dei Peceneghi, invase gli ungheresi in Bessarabia e li spinse in Pannonia, dove già erano rimaste le tribù ugro-finniche.

W 913 r. Il principe Simeone stava fuori dalle mura di Costantinopoliino. In cambio della pace, Bisanzio, in via di estinzione, gli offrì il titolo di imperatore e il voto di sposare la figlia di Simeone dall'imperatore minorenne Costantino VII.. Il trattato fu rotto dall'imperatrice madre Zoe Karbonopsina, presto Simeone partì per Bisanzio e alla fine sconfisse l'esercito imperiale di 917 r. sul fiume Achelo (Achełoj). La felicità era vicina, ma il saggio romano I Lacapeto salvò Bisanzio da Simeone. Il principe bulgaro riconquistò solo il titolo di imperatore (modo), non, tuttavia, conquistando l'ambito impero bizantino. Morì mentre si preparava per il prossimo viaggio. Il suo successore, lo zar Pietro, fiducioso nel potere del suo paese, disprezzato Bisanzio, il cui imperatore, Jan I Tzimikles, in risposta ai bulgari hanno chiesto il pizzo, mandò il suo alleato con una spedizione punitiva in Bulgaria, ambizioso Granduca di Kiev Sviatoslav. L'effetto di questa non la migliore decisione fu la cattura della Bulgaria da parte di Sviatoslav, da cui, a sua volta, Giovanni I Tzimikles dovette prenderla con la forza.

L'impero bulgaro con capitale a Presław cessò di esistere. Governare l'Impero bulgaro occidentale, che Tzimikles, impegnato nella guerra con gli arabi, non riuscì a conquistare, I fratelli Komitopula mandarono a 973 r. inviato alla corte dell'imperatore tedesco Ottone I a Quedlinburg, con una proposta di alleanza contro Bisanzio. Certo, non ha cambiato la storia del mondo, ma te lo ricordiamo, che si incontrarono lì con gli inviati del principe polacco Mieszko I.

Komitopulowie – David, Mosé, Samuele i Aron – intendevano far rivivere il grande impero bulgaro e ottenere il titolo di basileus per il suo sovrano, cioè l'imperatore, e in questo caso lo Zar dei Bulgari. Come risultato di molti anni di combattimenti con Bisanzio e nuove conquiste, l'impero bulgaro 1000 r. copriva quasi tutta la Macedonia, Tessaglia, Epiro, Principati serbi e Danubio Bulgaria. Davide e Mosè caddero in battaglia, Aron ricevette l'ordine da Samuele di essere ucciso, diventare l'unico sovrano, noi vorremmo (997-1014). Ohrid era la capitale del grande impero.

Quando l'imperatore bizantino Basilio II superò le difficoltà interne, si è mosso contro Samuel, ottenendo vittorie sempre più luminose. W 1014 r. portò via l'esercito di Samuele nelle gole della catena montuosa della Belasica, prendere prigioniero 14 migliaia di prigionieri. Ha ordinato a tutti di essere accecati, ha ordinato solo ogni centesimo di lasciare un occhio, in modo che potesse guidare la sua squadra 99 il cieco a Samuele, che sedeva a Prilepa in quel momento, dove fuggì dal campo di battaglia. Non appena lo zar lo vide 14 mille ciechi, morì colpito da apoplessia. Basilio II fu poi soprannominato l'assassino bulgaro. W 1018 r. l'impero bulgaro cessò di esistere.