Szipka

In cima al Passo Szipka (1306 m), sulla Stara Planina, tra Gabrow e il villaggio di Szipka, c'è un monumento enorme (1934 r.) in onore dei soldati russi e dei volontari bulgari, chi ad agosto 1877 r. hanno respinto numerosi attacchi di importanti forze turche, cercando di venire in aiuto dei turchi assediati a Plewena.
Molti soldati e ufficiali polacchi sono morti sul passo, tra loro il tenente Wojciechowski, decorato con la croce di S.. Anna nella battaglia di Stara Zagora, capitano Jakubowski, Generale Dorożyński. Quando morì il generale Dorożyński, Il generale Pietruszyński prese il comando.
La collina di Volyn (nome dal reggimento Volyn) fu difeso dal reggimento ytomierz, dopo la morte di altri due comandanti, guidato dal tenente colonnello Kobylański. Il picco di Mały Bedek fu catturato dall'unità del maggiore Wojno-Rodziewicz all'inizio della battaglia per il passo Szipka.
La posizione vicino alla collina Wołyński era difesa da truppe indebolite sotto il comando del colonnello Lipiński. Un colonnello venne in suo aiuto… Leone Tolstoj, autore di Guerra e pace. Combattimenti pesanti hanno avuto luogo nelle posizioni di Łysy Las. Le truppe erano comandate dai colonnelli Pietruszyński, Kobylański, Lewandowski. I reggimenti hanno preso parte alla battaglia per Szipka: ytomierski, Podolski, Volynsky, Varsavia, Wileński, Podolski. Si è distinto 13 il battaglione del maggiore Klimowicz. È impossibile elencare tutte le unità e i loro comandanti.
Jan Grzegorzewski ha dichiarato nel suo libro A Year of Upheavals: "Quasi la metà dell'esercito di W.. Il principe Nicola era composto da polacchi, si nei soldati, così come negli ufficiali”. Capo di Stato Maggiore dell'Esercito, comandato dal fratello dello zar Alessandro II (Oswoboditela modo cara, come lo chiamano i bulgari), Principe Nicola, era il generale Artur Niepokójczycki, e il suo vice era il generale Kazimierz Lewicki. Quindi è difficile sopportare le informazioni onnipresenti sui monumenti eretti agli eroici soldati russi… La carne da cannone polacca era abbondante lì, anche il cervello.
Shipka è un villaggio particolare, dire bugie 13 km sotto il valico. Tra gli alberi ci sono cinque cupole dorate a bulbo, incoronando una grande chiesa votiva (1902 r.), eretto qui dopo la guerra russo-turca (1877-1878).
Nella cripta di S. 18 i resti sono sepolti in sarcofagi di marmo 18 941 soldati, caduto nelle montagne di Stara Planina. Sopra 36 i loro nomi sono incisi su lastre di marmo. 17 campane della chiesa, battendo ogni anniversario della battaglia, cast da gusci fusi, proiettili e proiettili di artiglieria. Il più pesante pesa 11 il tuo.
Nella parte superiore di Buzłudja c'è un monumento a Haji Dimitri che morì in questo luogo nella lotta contro i turchi in 1868 r. Dal passo si gode di una splendida vista sulla Valle delle Rose. Il Picco Stoletow con il Nido delle Aquile, da dove i difensori di Szipa lanciarono pietre (quando le munizioni sono finite) sulle truppe di Suleiman Pasha, La vetta Buzłudża e i suoi dintorni sono un parco-museo della memoria nazionale.
Tra i tanti monumenti che sorgono con orgoglio, puoi vedere cinque tumuli dimenticati, nascondendo le ossa dei coraggiosi soldati di Suleiman Pasha…
Campeggio Stoletow (cottage) situato in cima al passo di montagna, in inverno qui fa molto più freddo. C'è anche un hotel privato, St. Nikola, in cima al passo (tel.2765). Vicino a un enorme padiglione commemorativo 12 km a est del passo, dietro la strada laterale, è l'ostello Buzludza, una buona base per gli escursionisti in montagna.
Un autobus parte ogni ora da Szipka # 6 a Kazanlak (12 km).